RESIDENZE SABAUDE

L'origine del sistema delle residenze sabaude risale al 1562 quando il duca Emanuele Filiberto di Savoia, a seguito della Pace di Cateau-Cambrésis decise di trasferire la capitale del Ducato a Torino. Cominciò quindi nel XVI secolo a commissionare il rifacimento di antichi castelli (anche di epoca romana) e la costruzione di nuove residenze, delizie e capricci, nella cintura verde che circonda la capitale di quello che sarebbe diventato il Regno di Sardegna. Fu allora che iniziò a prefigurarsi quello che i successori trasformarono in un vero e proprio progetto di pianificazione territoriale per il quale alla creazione del sistema di residenze, che contribuì a dare a Torino e ai suoi dintorni un'impronta barocca, si accompagnò la ridefinizione del tracciato stradale e delle rotte di caccia.

Questo progetto di riorganizzazione complessiva del territorio, sviluppato in particolare tra il XVII e il XVIII secolo, ebbe anche una valenza simbolica, volta a celebrare il potere assoluto dei Savoia con la creazione di una zona di comando nella capitale, dove il potere accentrato veniva esercitato nelle sue forme politiche, amministrative e culturali, facilmente raggiungibile da tutto il territorio circostante mediante il rinnovato sistema viario.

Il castello reale di Racconigi (in piemontese ël castel ëd Racunìs) è situato a Racconigi, in provincia di Cuneo ma poco distante da Torino.

Nel corso della sua quasi millenaria storia ha visto numerosi rimaneggiamenti e divenne di proprietà dei Savoia a partire dalla seconda metà del XIV secolo. In seguito fu residenza ufficiale del ramo dei Savoia-Carignano e successivamente fu eletto sede delle "Reali Villeggiature" della famiglia reale dei re di Sardegna (e poi d'Italia) nei mesi estivi e autunnali.

La Palazzina di caccia di Stupinigi era una residenza adibita alla pratica della caccia eretta per i Savoia. L'opera, realizzata su progetto di Filippo Juvarra, venne iniziata nel maggio del 1729 e fu terminata nel 1733. Il sito, facente parte del circuito delle Residenze sabaude in Piemonte, dal 1997 è stato proclamato patrimonio dell'umanità dall'UNESCO. La palazzina è situata nella località di Stupinigi (frazione di Nichelino), alla periferia sud-occidentale di Torino, da cui dista circa 10 chilometri.

La reggia di Venaria Reale (in piemontese ël Castel 'dla Venarìa) è una delle Residenze Sabaude parte del sito seriale UNESCO iscritto alla Lista del Patrimonio dell'umanità dal 1997.

La reggia di Venarìa fu progettata dall'architetto Amedeo di Castellamonte. A commissionarla fu il duca Carlo Emanuele II che intendeva farne la base per le battute di caccia nella brughiera collinare torinese.

Lo stesso nome in lingua latina della reggia, Venatio Regia, viene fatto derivare dal termine reggia venatoria..

TORINO

PALAZZO REALE
PALAZZO MADAMA
CASTELLO DEL VALENTINO
PALAZZO CARIGNANO
MUSEO DEL RISORGIMENTO
MUSEO EGIZIO
BASILICA di SUPERGA
LA MOLE ANTONELIANA
Mostra altro

DA VISITARE...

SACRA di SAN MICHELE
SALUZZO
ABBAZIA di STAFFARDA
ALBA POMPEIANA
Mostra altro

ATTIVITA'

PARCO in CARROZZA
Vai al sito
CENTRO CICOGNE
Vai al sito
SAPONI AULINA
Vai al sito
Mostra altro
  • w-facebook
  • Twitter Clean

Follow Us:

@ 2017 Tentuta Berroni S.r.l.

PI 03582260042 - Tel. 338 4534162

Tenuta Berroni - Via Tenuta Berroni 12

12035 Racconigi CN

Email info@scuderieberroni.com

Proudly created by Tenuta Berroni S.r.l.

BASILICA di SUPERGA